giovedì 16 aprile 2009

E si rialzerà

L'aquila vacilla al tremolio della terra,
plana in picchiata,
piange ferita,
conta le piume perdute.

L'aquila non sa nuotare nel fango
ma lotta a testa alta contro le scosse del tempo.

L'aquila non si accontenta di volare a bassa quota
e se precipita lo fa senza paura.

L'aquila ha nel cuore il legno della croce.

Anche Gesù non è più solo in questa Pasqua di macerie.

Silente,
assente in un sepolcro vuoto.

L'aquila risorgerà per sempre.

5 commenti:

Buba ha detto...

ciao Dani, speriamo che risorga in fretta, certo che sarà molto dura, purtroppo....

Stefano ha detto...

Splendide parole, come io non sono stato capace di scrivere.

Speriamo che l'aquila possa tornare a volare, nonostante il peso delle campagne mediatiche.

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

è stato molto interessante da leggere. Voglio citare il tuo post nel mio blog. Si può? E voi et un account su Twitter?.

Dama Arwen ha detto...

Sei sparito da tanto…